I GRANDI CAPOLAVORI DEL BALLETTO PER ALPESH CHAUHAN E LA FILARMONICA ARTURO TOSCANINI al Paganini sabato 18 maggio 2019 ore 20.30

Spread the love

I GRANDI CAPOLAVORI DEL BALLETTO PER ALPESH CHAUHAN

E LA FILARMONICA ARTURO TOSCANINI

Unico appuntamento al Paganini sabato 18 maggio 2019 ore 20.30

Alpesh Chauhan direttore principale Fondazione Arturo Toscanini

In programma Petruška di Stravinskij e Romeo e Giulietta di Prokofiev

Unico imperdibile appuntamento quello di sabato 18 all’Auditorium Paganini. Con inizio fissato alle 20.30, il concerto della Filarmonica Arturo Toscanini diretta da Alpesh Chauhan – valido per il Turno Verde di Nuove Atmosfere – si annuncia come uno dei più importanti della stagione 2018/19. Dedicato a due assoluti capolavori della musica del Novecento, opera di due compositori di eccezionale talento, entrambi russi, Igor Stravinskij e Sergej Prokofiev, il concerto esplora due titoli fondamentali del repertorio creato per il balletto nel secolo scorso.

Il programma si aprirà con Petruška, secondo balletto di Stravinskij, che egli creò nel 1910/11 per i Ballets Russes di Diaghilev. Il balletto andò in scena il 13 giugno 1911 al Théâtre du Châtelet di Parigi, con quello che oggi diremmo un cast stellare: le innovative coreografie di Michel Fokine, due interpreti leggendari come Vaclav Nijinski e Tamara Karsavina, le coloratissime scenografie di Alexandre Benois, Pierre Monteux sul podio. Dedicato alla figura tragica di un personaggio caro alla tradizione popolare russa, che Stravinskij rivisita per dargli profondità drammatica, il balletto segna la fine di un certo tipo di balletto. L’idea delle emozioni imprigionate nel corpo di una marionetta suggerì anche a Stravinskij l’uso di materiali musicali di tipo meccanico, ripetitivi, il gusto per sonorità aspre, dissonanti, percussive, facendolo approdare ad un linguaggio musicale assai più moderno e antiromantico rispetto a quello del suo precedente balletto, L’Uccello di fuoco, e lontano da ogni suggestione esotica e favolistica.

Alpesh Chauhan ha invece tratto dalle celeberrime suite da concerto op.64 e 101 di Prokofiev i brani che compongono la seconda parte del programma. L’enorme successo di Romeo e Giulietta convinse l’autore a ricavarne via via tre diverse suite, create con coerenza musicale ma senza seguire la scansione temporale della storia, ed è consuetudine che l’esecutore possa ricavare da esse un propria selezione di brani senza perdere la bellezza, il potere evocativo e la popolarità di un titolo fondamentale nella produzione musicale per la danza.

I biglietti per non mancare questo concerto sono in vendita presso la biglietteria all’interno del CPM Arturo Toscanini, Viale Barilla 27/A. Ulteriori informazioni possono essere richieste telefonando allo 0521/391339 o scrivendo a biglietteria@fondazionetoscanini.it Essa è aperta da giovedì e sabato dalle 10.30 alle 13.00; giovedì anche dalle 14.00 alle 17.00. La biglietteria dell’Auditorium Paganini (0521-391379) apre solo nei giorni di concerto 60 minuti prima dell’orario d’inizio. I prezzi dei biglietti vanno dai 30 ai 15 euro. Riduzioni sono presenti per gli spettatori over65 e under30, per i titolari Fidelity Card e per gli allievi del conservatorio Boito, del Liceo Musicale Bertolucci e del Liceo Romagnosi (a 5 € in ogni settore). Il biglietto under 14 resta fissato a 5 €. 

Nuove Atmosfere è resa possibile grazie al contributo del Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo, Regione Emilia-Romagna, Comune di Parma, Fondazione Cariparma, Fondazione Monte Parma, Provincia di Parma. Chiesi Spa è sponsor ufficiale della stagione. CePIM spa è partner istituzionale della Fondazione Arturo Toscanini. Heracomm è partner istituzionale della Filarmonica Arturo Toscanini. Assicoop Emilia Nord, Dallara, Studio LBA e Banca Mediolanum sono Amici sostenitori. Sponsor tecnici sono il Gruppo Ferrari Auto SpA e Crosconsulting.

Lascia un commento