PARMADEMOCRATICA IN RETE

Spread the love

Caro Giovanni,

sono molto di più gli articoli, forse ne hai perso qualcuno, molti non li ho inviati, ma ti assicuro che sono in numero maggiore. Puoi verificare anche nel blog (www.luigiboschi.it) nelle sezioni: articoli, racconti, proposte. E non sono ancora tutti pubblicati, molti sono rimasti per ora nel mio computer in attesa.

Cosa è cambiato? Sono cambiato io! E come vado ripetendo da anni cambiare se stessi è cambiare il mondo. Ho fatto proposte, combattutto battaglie, prodotto iniziative. Molte mie idee e proposte sono state realizzate (spesso banalizzate) o da altri appropriate. Te ne cito alcune: La prima casa per tutti; Oltretorrente ritmi estivi, il comune online; qualità urbanistica e architetture sostenibili; Cibusroads; I teatri on line; La biennale di cybercultura; la banca del sapere; mobilità sostenibile; i musei del cibo; potrei proseguire ancora. Politici e burocrati si sono sempre messi di traverso. Anziché sostenere o far crescere iniziative le hanno depresse o se ne sono appropriati. Ma è così che va il mondo!!

Sono testimone del loro agire, della loro miseria intellettuale e umana.
Ho preferito agire quindi fuori dal sistema…e adattare i miei stili di vita in linea col mio pensiero. Questo è quanto mi è possibile fare. Ogni organizzazione ha in sé il cancro distruttivo: è virale e me ne tengo fuori. Vedremo cosa si potrà fare per le prossime amministrative. Per ora mi sono limitato a dar vita a un progetto politico in divenire che affido alla collettività e alla rete: PARMADEMOCRATICA. Puoi vedere il progetto in rete ancora in una sua fase nascente e in costruzione (www.parmademocratica.it). Un luogo in rete, aperto in cui sviluppare un progetto di democrazia partecipata a Parma. Ne sto solo predisponendo dei primitivi percorsi, starà invece nella cultura e volontà delle persone farlo crescere. Grazie per il tuo contributo che ho provveduto a pubblicare sul blog. Mi auguro che anche tu voglia partecipare al progetto PARMADEMOCRATICA. Non è una lista, non è un movimento, ma solo un progetto politico in divenire. Saranno proprio i partecipanti a definirlo e a svilupparlo, se vorranno. Potrebbe proporsi anche solo nell’ambito della discussione civica e politica. Io mi sono limitato a proporlo e metterlo attivo in rete. Ciao a presto. Luigi

Lascia un commento