Con il concerto di Mauro Ermanno Giovanardi dal Teatro Farnese di Parma si è conclusa la 14esima edizione de Il Rumore del Lutto

Parmamusica, parmamusica.eu, Pilotta, Skenet, skenet.it
Spread the love

Con l’emozionante concerto di Mauro Ermanno Giovanardi dal Teatro Farnese si è conclusa la XIV edizione de Il Rumore del Lutto
un’edizione particolarmente sentita
con circa 10.650 presenze ai circa 90 eventi della rassegna, in presenza e online

foto Elisa Magnoni : Teatro Farnese di Parma

PARMA – Con l’emozionante concerto di Mauro Ermanno Giovanardi dal Teatro Farnese, si è conclusa la XIV edizione della rassegna Il Rumore del Lutto diretta da Maria Angela Gelati e Marco Pipitone e promossa dall’associazione Segnali di Vita, che si è svolta dal 17 ottobre al 7 novembre (con estensioni al 28 novembre, oltre alle anteprime del 6 settembre e 10 ottobre e il Finissage dell’11 novembre) una prima parte in vari luoghi della Città e poi rimodulata online, adeguandosi ai provvedimenti del DPCM del 25 ottobre. Questo non solo per non venir meno agli impegni presi con gli artisti, il pubblico e tutti i soggetti che hanno sostenuto e collaborato alla manifestazione, ma soprattutto per trasmettere un segnale forte e chiaro: quello che la Cultura non si può fermare ma deve continuare a far sentire la propria voce.

Con una stima di 10.650 spettatori agli eventi in presenza online, considerando gli accessi in aumento giorno per giorno, la rassegna – tra i vincitori del Bando per le proposte progettuali per Parma Capitale Italiana della Cultura 2020 – si è  composta da circa 90 eventi non solo a Parma ma anche a Reggio Emilia, Belluno, Piacenza, Treviso e Venezia, con un programma interdisciplinare sul tema della Verità che si è realizzato con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Parma, con il patrocinio di Università degli Studi di Parma, Complesso Monumentale della Pilotta, Master Death Studies and the End of Life (Università degli Studi di Padova), con il sostegno di ADE Servizi Srl Onoranze Funebri, Fondazione Cariparma, Croce Verde Onoranze Funebri, COF-Consorzio Onoranze Funebri Parmense, Emilbanca, Onoranze Funebri Grassi, Vita Nova e grazie alla collaborazione delle numerose realtà riunite attorno a un tema ancora considerato complicato da affrontare come quello della morte.

Gli eventi in programma, con ospiti di rilievo nazionale ed internazionale, hanno attraversato vari ambiti, dalla musica all’architettura, dall’arte al teatro, dalla letteratura al cinema, dalla psicologia alla medicina riconfermando un risultato, sul piano scientifico e artistico, di grande successo. In parte in presenza e in parte in streaming, la rassegna ha saputo reinventarsi con grande sforzo organizzativo senza mai perdere il contatto e il dialogo con il pubblico che ha proseguito a seguire gli eventi con grande partecipazione.

Anche in questa edizione è stato conferito dall’Associazione il Premio Segnali di Vita rivolto a quelle personalità del mondo della cultura e dell’istruzione che si impegnano sulle tematiche della rassegna. Quest’anno è stato assegnato alla Prof.ssa Ines Testoni, psicologa, psicoterapeuta, filosofa, una delle principali studiose italiane dei Death Studies, premiata per la sua grande sensibilità al tema del fine vita tra Psicologia e Neuroscienze, per il suo impegno teso a occuparsi del tema della morte come parte della vita e per avere fatto tanto in Italia sul percorso normativo dalla Legge 38/2010 alla Legge 219/2017.

Lascia un commento